Biografia

Nato a Roma e cresciuto nel ricco ambiente musicale del Conservatorio di S. Cecilia, il M° Andrizzi è stato apprezzato dalla critica internazionale come un direttore «sensibile» (Chicago Tribune) e «pieno di spirito e sottigliezza allo stesso tempo» (San Diego Union Tribune). La sua versatilità lo ha portato ad esibirsi in repertori di largo respiro ed in vari generi musicali (dall’opera alla sinfonica, dal balletto alla musica contemporanea), portandolo a collaborare con istituzioni del calibro della Lyric Opera of Chicago, la San Diego Symphony, l’Orchestra della Città di Ravenna, il Chicago Opera Theatre o la Chicago Philharmonic. Di recente è stato invitato per un imminente debutto dal prestigiosissimo Joffrey Ballet. Musicista da camera e pianista accompagnatore sin dalla più giovane età, il M° Andrizzi - dopo essersi diplomato in pianoforte al Conservatorio ‘A. Casella’ de L’Aquila e poi in Composizione e Direzione d’Orchestra al Conservatorio di S. Cecilia in Roma - si è trasferito negli Stati Uniti, nel 2007, per perfezionare la propria tecnica direttoriale, sotto la guida dell’illustre M° V. Yampolsky, presso la prestigiosa Northwestern University. Dove peraltro è stato invitato nel corso degli anni successivi come direttore ospite, unico fra i vecchi studenti dell’Università ad essere invitato a dirigere per ben tre diverse produzioni operistiche.

Nel 2018, inspirato dal rinnovato interesse del publico chicaghese per l'opera italiana, si e' immerso in un progetto ambizioso che sta generando interesse a livello locale ed internazionale. Difatti, in collaborazione con un gruppo di artisti europei ed americani, ha gettato le basi per un festival di opera (e cultura) italiana a Chicago, l'Opera Festival of Chicago. Il Festival, di cui nel frattempo il M° Andrizzi e' stato nominato Direttore Musicale, aprirà con due opere italiane fra i capolavori dell'Ottocento, mai eseguite sugli stages dei maggiori teatri di Chicago nella primavera del 2021. Nello stesso anno ha ricevuto il Premio come Miglior Direttore d'Orchestra dell'Anno dalla prestigiosa Illinois Council of Orchestras.

Oltre alla carriera direttoriale, il M° Andrizzi vanta un’intensa carriera didattica, essendo da diversi anni il Direttore Musicale delle Orchestre titolare al Conservatorio di Musica di Chicago (presso la Roosevelt University), la cui stagione include più di quattro orchestre e una mezza dozzina di concerti sinfonici, nonché varie produzioni operistiche. Grazie alla sua attività pedagogico-professionale è stato invitato a dirigere in alcune delle Università più prestigiose degli Stati Uniti, nonché presso vari Festival internazionali (dal Ryan Opera Center, alla Chicago Summer Opera e al Mediterranean Opera Studio and Festival). Durante la propria attività, il M° Andrizzi ha avuto più volte l’onore di dirigere artisti di chiara fama internazionale, da F. Furlanetto a F. Von Stade, da J. Castle a M. Baglini, da W. Farouk a Esteban Batallán a F. Almond, con il quale ha anche inciso un album per la Albany Records con musiche per violino ed orchestra. Dopo essere divenuto il direttore ospite principale della Chicago Philharmonic, ha spinto per la sperimentazione costante di una commistione tra generi e destinazioni diverse (da concerti estivi a Family e Holiday concerts, da pop-up performances sino a una recente partecipazione all’eclettico Pitchfork Festival, eseguendovi musiche di W. Basinski). Fra i vari Festival in cui ha partecipato, in qualità di direttore ospite, spiccano il Grant Park Festival, il Ravinia Festival ed il Latino Music Festival. Negli anni precedenti la propria carriera professionale, ha lavorato come assistente dei Maestri J. Conlon e Sir A. Davis, oltre ad aver vinto il ‘secondo premio’ al Concorso Internazionale per Direttori di Musica Contemporanea “4X4 Prize”.

Negli ultimi mesi ha debuttato sul podio dell'Orchestra Filarmonica Marchigiana e del prestigioso Joffrey Ballet di Chicago, una delle compagnie di balletti più rinomate a livello internazionale, in un balletto su musiche di Igor Stravinsky. Inoltre, durante la presente stagione, ritornerà a dirigere la Chicago Philharmonic, l'Orchestra da Camera della prestigiosa Jacobs School of Music presso la Indiana University, e la compagnia d'opera della DePaul University nell'inaugurazione della sua nuova sala d'opera.